GORNOLAND

Thomas Ray SOLO Show - Site Specific

Guasto Village

Via del Guasto

Bologna

GORNOLAND è un progetto di “vandalismo visivo” ideato e presentato per la prima volta nel 2012, il cui titolo è un neologismo sincratico tra PORNO, ovvero il sesso esplicito rappresentato, GORE, genere cinematografico che propone scene particolarmente efferate e violente e DISNEYLAND, il parco di divertimenti a tema, famoso in tutto il mondo.


Porno come imbarbarimento dei sentimenti, idealizzazione indotta.


Gore come violenza manifesta, istinto prevaricatore, estremo.


Disneyland come archetipo del divertimento e terra dei sogni infantili perduti, luogo dove l’irreale diventa tangibile e il grottesco accettato


Dunque il mondo fantastico esasperato, l’esplicitazione brutale del sesso e la violenza ornamentale, rappresentano qui lo stesso concetto sovrapposto. La non accettazione del sé e della “verità” attraverso una distorsione allucinatoria.


GORNOLAND vuole essere una metafora quindi, una riflessione-rielaborazione su come la società mischi e camuffi il tangibile attraverso un uso viscido e manipolatorio di immagini emozionali. Rappresentazioni fittizie che veicolano realtà altre (prodotti commerciali per lo più). Usate come trappole per l’inconscio e che agiscono principalmente su fragilità, insicurezza e confusione emotiva del fruitore.

I contorni di GORNOLAND però potrebbero non essere così definiti e fuor di metafora GORNOLAND rimane anche solo pura sinestesia audiovisiva, autosufficiente e indipendente.

GORNOLAND è un viaggio nella terra dell’equivoco, un party malsano nel quale perdersi e ritrovarsi, uno sguardo cinico e assuefatto da shock. GORNOLAND è un oggetto desiderato e poi respinto, è incapacità di analisi e giudizio, è una casa degli specchi dove ciò che è riflesso è ciò che sei.

GORNOLAND dove i sogni diventano realtà.

Concept (ita)

Concept (eng)

Comunicato stampa (ita)

Intervista (ita)

Fanzine FREE DOWNLOAD